Una ricerca sulla nuova figura professionale dell’Accompagnatore Turistico (Legge regionale 24 del 18/05/2018 e D.G.R. 16160 del 24/10/2018)

Chiunque abbia cercato informazioni su come diventare guida turistica o accompagnatore turistico si sarà ritrovato in un ginepraio di indicazioni contrastanti. Questo a causa di un vuoto normativo che ha provocato polemiche e disservizi.

Oggi è praticamente impossibile ottenere il patentino di guida turistica nazionale. A causa di quel vuoto normativo non ci sono bandi di concorso aperti e anche i corsi riconosciuti dalle varie Regioni sono bloccati. Si trovano ancora gli scampoli dei percorsi formativi avviati e la conclusione di concorsi aperti da anni, ma nessuna nuova iniziativa.

È opinione comune che il turismo sia una delle principali risorse per l’Italia, e che i giovani dovrebbero investire in cultura e conoscenza delle lingue, tuttavia la congiuntura impone di fatto un blocco all’accesso alla professione di guida turistica per motivazioni squisitamente burocratiche.

gUIDA TURISTICA E ACCOMPAGNATORE TURISTICO

Questo ha di fatto riacceso l’interesse per la figura dell’accompagnatore turistico che negli ultimi anni (a seguito dell’estensione dell’abilitazione delle guide turistiche a livello nazionale) era stato poco incentivato.
La figura professionale dell’accompagnatore turistico ha delle competenze e un ambito di intervento ben diverso da quello della guida, ma si tratta di attività confinanti e spesso una può essere propedeutica all’altra.

L’accompagnatore turistico ha un ruolo prevalentemente organizzativo, si interfaccia con le agenzie e con i turisti di diversa nazionalità, raccogliendo le loro esigenze e programmando le attività comprensive di vitto, alloggio, trasporti e quant’altro. La conoscenza del territorio e dei contenuti artistici è molto meno approfondita rispetto a quella della guida, e si limita a una presentazione introduttiva.

In questa congiuntura abilitarsi come accompagnatore turistico può essere un modo per cominciare ad operare nel settore turistico in modo regolare. Diventando accompagnatore si accresce la propria professionalità e si imparano a conoscere le reali esigenze e le opportunità del settore turistico.

La Regione Toscana ha recentemente provveduto a una ridefinizione della figura professionale dell’accompagnatore turistico, e quindi anche dell’accesso alla professione stessa (Legge regionale 24 del 18/05/2018 e D.G.R. 16160 del 24/10/2018).
Oggi chiunque volesse ottenere il patentino di accompagnatore turistico deve superare gli esami di qualifica regionali. Con alcuni titoli di studio è possibile accedere direttamente all’esame senza frequentare il corso. Kleis Formazione ha redatto una ricerca sulla situazione del turismo in Toscana e in particolare sulla figura dell’accompagnatore turistico, nella quale è indicato il dettaglio dei titoli di studio che consentono l’accesso diretto all’esame, insieme a tanti altre informazioni.

Scarica la ricerca: Ricerca professione Accompagnatore Turistico

Al di là delle opportunità normative la partecipazione al corso di qualifica consente di affacciarsi alla professione di accompagnatore turistico in modo guidato. L’esperienza dei docenti e il tirocinio consentono un primo approccio alla realtà lavorativa del settore.

Con il decreto nr. 16160 la Regione Toscana ha modificato il profilo professionale, semplificando in modo consistente il percorso formativo di qualifica. Prima il corso era di 900 ore complessive, adesso invece i corsi saranno di almeno 300 ore, con il 30% di stage e la possibilità di effettuare un massimo del 10% di formazione online. L’obbligo di frequenza è invece leggermente innalzato, e passa dal 70 al 90 percento. Per accedere al corso è sempre necessario il diploma di scuola media superiore e la conoscenza di una lingua straniera a livello “Alte B1”.

Accanto ai corsi di approfondimento per le guide turistiche già abilitate Kleis Formazione propone i seguenti corsi riconosciuti in ambito turistico:

CORSO PER ACCOMPAGNATORE TURISTICO

CORSO PER GUIDA AMBIENTALE



Categorie