Turismo in Toscana: ripartire in sicurezza

Con l’ordinanza numero 59 del 22 maggio la Regione Toscana ha stabilito le linee guida ma anche i suggerimenti perché anche gli Accompagnatori e le Guide Turistiche possano riprendere l’attività nella massima sicurezza possibile.

L’ordinanza riguarda diverse attività specifiche come gli spettacoli itineranti, l’attività museale e quella di biblioteche e archivi. L’allegato 4 è specificamente dedicato alle professioni turistiche.

In 17 punti l’allegato ribadisce indicazioni che sono ormai conosciute per diversi ambiti, ma che è importante divulgare continuamente, per proteggere le persone, e per proteggere il lavoro che sta riprendendo con molta fatica.

Il turismo in Toscana, come nelle altre regioni, è quasi completamente fermo, ma Dal mercato italiano arrivano i primi timidi segnali.

DISTANZA: un metro di distanza minimo tra le persone, con la raccomandazione di estendere la distanza a un metro e ottanta laddove possibile.

MASCHERINE: obbligatorie specialmente nei luoghi chiusi e laddove non fosse possibile mantenere le distanze indicate. Sono esentati i bambini al di sotto dei 6 anni.

COORDINAMENTO: gli operatori sono invitati a coordinare le proprie attività in modo da minimizzare la presenza contemporanea di più gruppi negli stessi luoghi.

DISPOSITIVI DIGITALI:  gli operatori sono invitati ad adottare strumenti per la fruizione delle informazioni a distanza, minimizzando il passaggio di materiale cartaceo e fisico.

SANIFICAZIONE: costante la raccomandazione di igienizzare le mani con frequenza, e di pulire gli ambienti e i materiali con prodotti con almeno il 70% di etanolo.

Scarica l’ALLEGATO 4 con i 17 punti: Linee Guida Regionali per Accompagnatori Turistici, Guide Turistiche, Alpine e Ambientali



Categorie